Lotte dal '78

Da OLTRE IL GIARDINO.

Dopo la promulgazione della legge 180 emergono molti nodi irrisolti della riforma.

Gli utenti dei neonati servizi territoriali lamentano una serie di problematiche a loro dire non risolte.

In particolar modo essi risultano disoccupati o qualora occupati i sussidi economici loro forniti li pongono in uno stato di estrema indigenza. Gli psicofarmaci non li aiutano a dimenticare i loro problemi e non li risolvono.

L’amministrazione cittadina da par suo non sostiene adeguatamente il percorso deistituzionale e la sostituzione del manicomio con i servizi sul territorio.

La città pare non riuscire a recepire la riforma, manifestando sentimenti di criminalizzazione nei confronti degli ex degenti e una mentalità nostalgica dell’espulsione del diverso e del malato dal contesto cittadino.

I CSM risultano affollati (soprattutto per quanto riguarda l’orario dei pasti) e al tempo stesso senza soldi (non solo per gli utenti ma anche per gli operatori).

L’opinione pubblica non viene informata correttamente sui processi in atto.

La chiusura dell’OPP lascia cioè aperte molte questioni importanti e gravi che perdurano per molti anni.