Il Centro di Salute Mentale di Domio

Da OLTRE IL GIARDINO.
Versione del 6 dic 2021 alle 12:48 di Oltreilgiardino (discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Nel 1975, a Muggia, si apriva il primo Centro di Salute Mentale (CSM) sul territorio, trasferito nel 1980 al Domio.

Il CSM sorge oggi in una palazzina a due piani (circa 600 m2) nella zona industriale di Trieste, in via Edgardo Morpurgo 7. Serve la popolazione del Distretto Sanitario 3 (circa 62.000 abitanti). Comprende i rioni di Servola-Chiarbola, Valmaura e Borgo S. Sergio ed i Comuni di Muggia e San Dorligo della Valle. Da oltre trent’anni in quest’area della città e della provincia di Trieste, il CSM è presente e si propone come una risorsa a disposizione dei cittadini.

Il CSM è attivo sette giorni su sette, 24 ore su 24, (la notte per gli accolti), con 8 posti letto per l’ospitalità diurna e notturna.

L’attività principale è quella di accogliere la domanda di cura delle persone con problemi e disturbi mentali gravi, ma anche delle persone che, in certi momenti della loro vita, sperimentano situazioni di difficoltà e disagio.

L’obiettivo è la presa in carico e la cura del soggetto nel contesto in cui vive. Il CSM di Domio vuole essere luogo d’incontro e di scambio per utenti, familiari e cittadini. L’offerta terapeutica del CSM comprende: ospitalità notturna e diurna, visite ambulatoriali, visite domiciliari, lavoro terapeutico individuale e familiare, attività di gruppo, interventi di prevenzione, interventi di abilitazione, sostegni per l’accesso a diritti, sostegni all’abitare, attività di consulenza.

Il personale del CSM di Domio è composto da 3 psichiatri, 3 psicologi, 1 responsabile infermieristica, 26 infermieri/e, 3 operatori/trici socio-sanitarie (OSS), 2 tecnici della riabilitazione, 2 assistenti sociali, 1 assistente sanitaria e 1 amministrativa.