Psichiatria democratica

Da OLTRE IL GIARDINO.
Versione del 10 dic 2021 alle 15:11 di Oltreilgiardino (discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Psichiatria Democratica è la società italiana fondata da Franco Basaglia che si è impegnata nel promuovere il movimento di riforma psichiatrica in Italia.

ll documento programmatico di Psichiatria Democratica dell'ottobre 1973 recita che Psichiatria Democratica si propone di continuare la lotta all'esclusione, denunciando i rapporti sociali di produzione e le norme ancora retrivi, di continuare la lotta al "manicomio" come luogo di esclusione, e sottolineare i pericoli del riprodursi dei meccanismi istituzionali escludenti, anche nelle strutture psichiatriche extra-manicomiali di qualunque tipo.

Psichiatria Democratica si pone l'obiettivo di mantenere vivo l'impegno etico-politico contro l'emarginazione, l'esclusione e la segregazione dei pazienti con problemi psichiatrici. Per perseguire questo fine intende promuovere ogni utile iniziativa che preveda lo svuotamento ed il superamento degli Ospedali Psichiatrici ancora funzionanti, delle cliniche private psichiatriche e dell'Ospedale Psichiatrico Giudiziario consentendo e favorendo ogni pratica utile allo sviluppo ed alla crescita del paziente nel suo ambiente di appartenenza.

La società intende dunque promuovere una nuova cultura rispetto al disagio e alla sofferenza mentale, che ponga al centro la tutela dei diritti civili, sociali e giuridici dei pazienti e cittadini sofferenti, soggetti deboli e disagiati per definizione, in quanto privi di adeguata capacità di autodifesa. Per tale motivo viene promossa ogni iniziativa volta a favorire il reinserimento sociale e lavorativo del cittadino affetto da disagio mentale e garantirne il diritto al lavoro, soprattutto attraverso le cooperative sociali.

Particolare rilievo tra le iniziative la lotta di Psichiatria Democratica per la chiusura immediata degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari. Una Commissione parlamentare d'inchiesta sull'efficacia e l'efficienza del servizio sanitario nazionale, presieduta dal senatore Ignazio Marino, nel 2010, ha denunciato la persistenza di sei ospedali psichiatrici giudiziari ancora in uso.

La Legge 17 febbraio 2012, n.9 ne ha prevista la chiusura entro il 31 marzo 2013.


Bibliografia

Agostino Pirella e Paolo Tranchina, Fogli di informazione : documenti di collegamento e di verifica per l'elaborazione di prassi alternative al campo istituzionale 62/63, Fogli di informazione